Vitamine per migliorare la salute del sistema nervoso centrale

Il sistema nervoso centrale comprende il cervello, il gambo cerebrale e il midollo spinale ed è l’infrastruttura principale per la comunicazione elettrica nel corpo. Sono necessarie varie sostanze nutritive per lo sviluppo normale del neurone e il funzionamento sano. Le carenze di alcune vitamine provocano una ridotta cognizione e memoria, squilibri chimici, danni ossidativi, stati d’animo alterati e persino riduzione del cervello.

La vitamina A, o retinolo, è necessaria per lo sviluppo normale del sistema nervoso centrale e è essenziale per una visione sana. Nel 1998, i ricercatori dell’Istituto Salk per gli studi biologici hanno scoperto che la vitamina A promuove anche l’apprendimento superiore e migliora la memoria a breve termine. Hanno scoperto che la vitamina A colpisce direttamente le cellule cerebrali, o i neuroni, nell’ippocampo, un’area del cervello associata all’apprendimento e alla memoria. Il beta-carotene, che si trova nelle verdure arancioni e carnose, viene convertito in retinolo all’interno del corpo.

L’acido folico, o vitamina B-9, è anche essenziale per lo sviluppo del sistema nervoso centrale, soprattutto durante le fasi embrionali. Secondo la “Biochimica umana e la malattia”, l’integrazione dell’acido folico durante la gravidanza riduce significativamente i rischi di difetti del tubo neurale, come la spina bifida. In particolare, è necessario l’acido folico per sintetizzare e riparare il DNA, che è particolarmente importante durante i periodi di rapida divisione cellulare e crescita. L’acido folico può anche proteggere i vasi sanguigni che nutrono il sistema nervoso centrale da danni ossidativi. Inoltre, l’acido folico elimina l’omocisteina dal flusso sanguigno, che riduce i rischi di aterosclerosi e ictus.

La vitamina B-12 svolge un ruolo essenziale nel mantenere alcune funzioni del sistema nervoso centrale, come la cognizione e la memoria a breve termine. B-12 è necessario per la produzione di mielina, che costituisce un rivestimento protettivo attorno ai neuroni e aumenta l’efficienza con cui i segnali del cervello viaggiano verso i muscoli e le ghiandole. B-12 protegge anche il cervello contro l’atrofia e il ritiro associato all’età e i sintomi di carenza sono molto simili a quelli con malattia di Alzheimer, come citato nei “principi di Harrison’s of Internal Medicine”. Gli integratori di acido folico possono mascherare i sintomi di carenza di B-12.

La vitamina E è anche importante per prevenire l’inizio della demenza legata all’età, come ad esempio Alzheimer, principalmente riducendo lo stress ossidativo nel cervello. Come un potente antiossidante, la vitamina E elimina i radicali liberi, che sono i sottoprodotti nocivi delle reazioni di ossidazione. Uno studio olandese pubblicato in un’edizione 2010 degli “Archivi della Neurologia”, ha scoperto che mangiare cibi ricchi di vitamina E ha ritardato l’inizio della demenza legata all’età nei due terzi di quelli studiati.

Vitamina A

Acido folico

Vitamina B-12

Vitamina E