Cosa fa la vitamina K nel corpo?

La scoperta della vitamina K nel 1929 è risultata per caso da uno studio di bestiame intrapreso dallo scienziato danese Henrik Dam. La diga ha osservato sintomi insoliti negli animali, per lo più legati al sanguinamento, che avevano la causa comune di una carenza di vitamina K. I suoi risultati avrebbero poi aiutato gli scienziati a capire la vitamina K nell’uomo.

La vitamina K è una vitamina essenziale che facilita la coagulazione del sangue. Il suo nome è tratto da “koagulazione”, la parola tedesca per la coagulazione. Il tuo corpo contiene la vitamina K nei tessuti adiposi e nel fegato, anche se questa vitamina è originata nel tratto intestinale. Oltre a sostenere la coagulazione normale del sangue, la vitamina K aiuta anche a supportare la densità ossea e svolge un ruolo particolarmente importante per le donne prossime alla menopausa a rischio di osteoporosi.

Come con altre vitamine, è necessario mangiare alimenti contenenti vitamina K. Tuttavia, anche la vitamina K è prodotta nel tuo corpo. Alcuni batteri all’interno del tratto intestinale umano producono la vitamina K per la maggior parte delle persone, anche se in rari casi non in quantità sufficiente. In questi casi, è necessario mantenere una dieta sana con alimenti ricchi di vitamina K. Secondo MedlinePlus, gli uomini e le donne dovrebbero consumare 90 microgrammi di vitamina K al giorno.

Una pletora di alimenti contiene vitamina K. Come risultato, probabilmente già consumi abbastanza di questa vitamina senza dover cambiare la vostra dieta. Gli alimenti contenenti vitamina K sono verdure a foglia, come spinaci, cavoli e foglie verdi, prodotti lattiero-caseari come il ricotta, le soia e il latte di soia, le more, i mirtilli, l’uva e i succhi di frutta. Molti altri frutti contengono anche la vitamina K.

I principali segni di una carenza sono problemi di sanguinamento, o senza coagulazione o con coagulazione che richiede molto tempo. Altri problemi includono periodi mestruali anormalmente pesanti nelle donne, emorragie e osteoporosi e altri disturbi ossee. Indicazioni più gravi di una carenza di vitamina K includono il cancro al fegato e difetti di nascita nei bambini nati da madri che soffrono di questa carenza. Se si mangia regolarmente una dieta equilibrata ma sembra mostrare i segni di una carenza di vitamina K, consultare un medico per altre possibili cause dei disturbi.

Scopo della vitamina K

Fonte interna della vitamina K

Alimenti con la vitamina K

Segni di una carenza di vitamina K