Quale olio da cucina è meglio per la perdita di peso?

Il passaggio da una dieta ad alta percentuale di grassi saturi ad un massimo di grassi monounsaturated può aiutare a perdere una piccola quantità di peso supplementare anche se non si mangia meno calorie, secondo uno studio pubblicato nel “British Journal of Nutrition” nel settembre 2003 Nessun singolo olio da cucina è adatto a tutti gli usi, ma sono disponibili numerosi olii con contenuto di grassi monoinsaturi relativamente elevati.

L’olio extravergine di oliva è uno degli oli più sani e è adatto per la cottura nel forno e friggere. L’olio di oliva raffinato non contiene tante sostanze utili come l’extra vergine, ma ha un punto di fumo superiore, rendendolo adatto per la cottura a più caldo. L’olio extravergine e l’olio di oliva raffinato contengono 78% di grassi monounsaturated e 14% di grassi saturi.

L’olio di Canola fornisce anche principalmente grassi monounsaturated, con il 62 per cento e contiene solo 7 per cento di grassi saturi, rendendolo uno degli oli più bassi nel grasso saturo. L’olio di canola ha anche una piccola quantità di grassi omega-3 essenziali. Ha un punto di fumo medio-alto, come l’olio extra vergine di oliva, ma ha un sapore più mite. È possibile utilizzarlo per fare qualsiasi piatto, tranne quelli che richiedono brunimento, cottura o friggere a fuoco elevato.

Alcuni oli di noci e di semi forniscono anche grandi quantità di grassi monoinsaturi. L’olio di nocciole ha un alto livello di fumo e 82 per cento di grassi monounsaturated, con solo 7 per cento di grassi saturi. L’olio di semi di girasole contiene 79 per cento di grassi monounsaturated e 14 per cento di grassi saturi, e l’olio di mandorlo contiene 65 per cento di grassi monounsaturated e 7 per cento di grassi saturi. Entrambi questi oli hanno punti di fumo elevati, facendoli bene per tutti i tipi di cottura. L’olio di noci di Macadamia ha un punto di fumo leggermente inferiore, simile a quello della canola e dell’olio extravergine di oliva, ma contiene 84% di grassi monoinsaturi e 13% di grassi saturi. La noce, il sesamo, i semi di zucca e gli oli di arachidi contengono meno del 50% di grassi monounsaturated, rendendoli meno utili per la perdita di peso.

Indipendentemente da quale olio scegliete, dovrai consumarlo con moderazione se vuoi perdere peso. Tutti gli oli sono fondamentalmente il 100% di grassi, con 9 calorie al grammo. Un cucchiaio di olio contiene circa 124 calorie. È necessario creare un deficit di 3.500 calorie per ogni sterlina che si desidera perdere. Questo significa mangiare meno calorie, esercitare più o una combinazione di questi due approcci.

Olio d’oliva

Olio di Canola

Dado e semi di semi

Considerazioni di caloria