Cosa significa “probiotici”?

Quasi letteralmente, il termine probiotici proviene da due parole che significano “per la vita”. Infatti la Scuola di medicina di Harvard riferisce che c’è sempre più evidenza che i probiotici, sotto forma di alimenti e integratori, possono aiutare a trattare e prevenire le malattie, permettendo di godere di Vita più sana. I probiotici sono sostanzialmente sani batteri che, quando dentro di voi, possono fornire una serie di benefici per la salute. Il posto più comune negli Stati Uniti in cui troverete probiotici è in yogurt, ma in Europa e in Giappone i cibi e le bevande completati con probiotici sono popolari.

I probiotici sono utili, organismi vivi – di solito batteri – che vengono utilizzati per alterare o ristabilire la tua flora intestinale o intestinale. Il concetto di introdurre deliberatamente tutto ciò che è vivo al tuo sistema può sembrare strano, soprattutto se si è probabilmente sentito solo batteri associati alla malattia. Tuttavia, le autorità sanitarie pubbliche, tra cui l’Organizzazione mondiale della sanità, suggeriscono che ci sono molti benefici per la salute per mangiare cibi con batteri vivi. Per essere definito un probiotico o avere un effetto probiotico, il cibo in cui è aggiunto deve rispettare determinati standard, in quanto solo alcuni ceppi di batteri forniscono benefici salutari. Secondo il Centro Nazionale per la Medicina Complementare e Alternativa, la maggior parte dei probiotici collocati negli alimenti sono batteri simili a quelli che si trovano negli intestini della gente. I batteri provengono da due gruppi, Lactobacillus o Bifidobacterium. All’interno di questi gruppi sono specie e ceppi diversi. Secondo un articolo del novembre 2005 “medico canadese”, i batteri non possono essere chiamati probiotici a meno che non siano stati vivi al momento dell’uso e abbastanza sono stati usati per creare un beneficio fisiologico per la salute. Altri probiotici, come Saccharomyces boulardii, sono lieviti, non batteri.

Nel tuo corpo adesso sono trilioni di batteri e altri microbi. Sono nella tua pelle, nella bocca e aggrappati alle pareti del tuo tratto intestinale, del colon e di altre parti del tuo corpo. Tu hai esistito così a lungo con un rapporto reciprocamente vantaggioso, anche se non l’hai conosciuto. Lei dà loro un luogo caldo per vivere. In cambio, questi organismi ti proteggono semplicemente essendo lì, impedendo la crescita di batteri dannosi e forse aiutando il sistema immunitario a combattere le cose cattive. Come le piante sul fondo dell’oceano, il tuo intestino è molto vivo e attivo per proteggere la tua salute.

Il concetto di trattamento con i probiotici deriva dalla convinzione che gli esseri umani moderni non consumino adeguatamente o riempiono i microbi benefici nei loro corpi, secondo gli autori del “medico canadese medico”. Prendendo i probiotici attraverso cibo integrato e altre forme può aiutare a restituire il sano equilibrio dei microbi di cui hai bisogno. Non c’è alcuna garanzia che mangiare più batteri garantirà una buona salute, comunque. Oltre a bloccare i batteri cattivi, le prove attuali suggeriscono che i probiotici abbiano una serie di altre funzioni, tra cui produrre agenti anti-infezione, segnali cellulari e impedire la liberazione di tossine. Probiotici possono aiutare con la digestione e trattare la diarrea, la malattia di Crohn e la sindrome dell’intestino irritabile, secondo NCCAM e Harvard. Inoltre, i probiotici possono mantenere la salute dei sistemi urinari e genitali. Ad esempio, possono trattare la vaginosi, le infezioni da lieviti e le infezioni delle vie urinarie. Probiotici possono ridurre la ricorrenza del cancro della vescica, accelerare il trattamento di alcune infezioni intestinali, prevenire e trattare l’eczema nei bambini, oltre a prevenire o ridurre la gravità dei raffreddori e dell’influenza.

I probiotici entrano nel tuo intestino attraverso i cibi che mangi. Alimenti di latte come il latte e lo yogurt sono di solito gli alimenti più popolari a cui vengono aggiunti probiotici. I yogurt con etichetta “contenenti colture attive attive” contengono solitamente i probiotici utilizzati per avviare il processo di fermentazione che crea yogurt dal latte. È anche possibile trovare probiotici in miso, tempeh, succhi e bevande di soia. Oltre ad essere utilizzato come additivi negli alimenti, i probiotici possono essere somministrati in forma di polvere, compressa o capsula. Questi utili microbi possono anche essere iniettati direttamente negli intestini, sotto controllo medico, o attraverso la pelle attraverso creme probiotiche infuse. NCCAM consiglia cautela quando considera i probiotici per il trattamento sanitario poiché la loro sicurezza non è stata studiata scientificamente e sono necessarie ulteriori informazioni, in particolare per quanto siano sicuri per i bambini piccoli, gli anziani e le persone con sistemi immunitari compromessi.

Probiotici

Come i batteri possono essere sicuri

Probiotici come trattamento

Dove è possibile ottenere i probiotici