Cosa nutrire un bambino con influenza dello stomaco

I virus dello stomaco che causano vomito e diarrea, chiamati anche gastroenterite, sono tra i fatti più sgradevoli della vita per adulti e bambini. Queste malattie sono tipicamente brevi di durata ma producono sintomi intensi. Anche se la maggior parte delle persone non vuole mangiare durante la fase acuta della gastroenterite, devi rimanere idratati durante la tua malattia e poi riprendere con cautela la cottura di alcuni cibi mentre ti senti meglio. Usare estrema cautela nella gestione delle malattie dello stomaco nei bambini perché la disidratazione può verificarsi rapidamente e può portare a gravi complicazioni.

Cause di influenza dello stomaco

“Influenza di stomaco” è un termine comunemente usato che si riferisce a qualsiasi malattia gastrointestinale che coinvolge nausea, vomito e diarrea. Questo è un termine impreciso, però, perché la malattia non è causata dal virus dell’influenza. Il virus Norwalk, chiamato anche norovirus, è un bug altamente contagioso che produce sintomi gastrointestinali. Le malattie che causano vomito intenso che dura da 12 a 24 ore di solito non sono virus, ma sono probabilmente casi di avvelenamento alimentare.

I neonati

Anche se il recupero da gastroenterite è di solito veloce e non complicato, i neonati sono suscettibili di complicazioni dalla disidratazione. Diarrea e vomito frequenti possono portare alla disidratazione molto rapidamente nei neonati a causa del loro peso corporeo inferiore. Durante la fase acuta del vomito, dare solo piccoli sorsi di liquido ogni cinque o trenta minuti, gran parte del liquido dato può tornare rapidamente. Una volta che gli episodi di vomito o diarrea sono lenti a una o due ore, è possibile assegnare al bambino piccoli sorsi di liquidi, come latte materno, succo d’uva bianco diluito o liquido di reidratazione pediatrico, ogni cinque o dieci minuti. Non riprendere la formula di alimentazione fino a quando il vomito non ha rallentato ogni due o quattro ore o interrotto completamente.

Bambini più grandi

I bambini più anziani attraversano le stesse stadi della malattia come i neonati. Il primo stadio acuto comprende il vomito ogni cinque o 30 minuti, durante il quale il bambino deve bere solo piccoli sorsi d’acqua. Puoi permettere al tuo bambino di bere più sali d’acqua o un liquido di riabilitazione pediatrico una volta che il vomito si rallenta. Quando il vomito è infrequente o si è fermato, è possibile reintrodurre alimenti blandi, come cracker, brodo di brodo, molluschi o toast secco. Non dare bevande sportive durante il periodo di recupero perché contengono troppo zucchero. Evitare cibi zuccherini e grassi durante il periodo di recupero e per diversi giorni dopo per evitare irritazione dello stomaco.

Sintomi di disidratazione

La disidratazione è un rischio potenziale nei bambini che si recupero dai virus dello stomaco. Poiché i neonati possono sviluppare più rapidamente la disidratazione, è necessario osservarli da vicino per i segni. Chiamate il vostro pediatra o andate in ospedale se il vostro bambino ancora vomita ogni cinque o trenta minuti dopo otto ore. Richiedere l’assistenza medica se il bambino è in fase acuta per 12 ore, o 16 ore per i bambini più grandi. I segni di disidratazione comprendono urine concentrate o no, labbra secche, non lacrime e fittiness o fastidio. Se il vostro bambino diventa disidratato, potrebbe essere necessario l’ospedalizzazione per ricevere fluidi per via endovenosa.

I virus dello stomaco possono causare diarrea anziché, o oltre, vomito. Quando la diarrea è un sintomo primario, evitare di lasciare il vostro bambino a mangiare da quattro a sei ore. Provare a dare una grammatura di liquido, come l’acqua o una bevanda di riabilitazione pediatrica, ogni 30-60 minuti. Quando il tuo bambino inizia a mangiare di nuovo, alimenta piccoli pasti di cibi lievi e non grassi ogni due o tre ore invece di alimentare piatti più grandi.

Gestione della diarrea